Non finisce tutto dopo l'acquisto...

Quando viene data la giusta quantità di cure adeguate, un tappeto tessuto a mano può durare per generazioni e invecchiare magnificamente, sembrando quasi migliore di quando l'avete acquistato.

 

Sottotappeto

Prendete in considerazione l'utilizzo di un sottotappeto protettivo, per fissare il tappeto nella sua posizione e impedire che scivoli. Pensatelo come il fondamento del vostro tappeto, una protezione di base che cerchi non solo di prevenire gli incidenti, ma anche di proteggere il vostro tappeto da un'usura non necessaria.

 

Ammaccature

Se posizionate dei mobili sopra al tappeto, utilizzate delle protezioni per gambe e piedini e assicuratevi di spostare occasionalmente i mobili di alcuni cm, per evitare che si formino ammaccature permanenti sul vello del tappeto. Quando spostate i mobili, potreste notare delle ammaccature, ma con un po' di pazienza esse dovrebbero scomparire da sole dopo qualche giorno. La lana ha la naturale tendenza a ritrovare la sua forma e noterete che le ammaccature diventeranno gradualmente più piccole, prima di scomparire. Se i segni sono persistenti, potete provare ad accelerare il processo bagnando un panno bianco in acqua fredda e posizionandolo sulla zona interessata. Prendete quindi un ferro da stiro e passatelo sopra al panno alcune volte, sempre nella direzione del pelo del tappeto.

 

Pulizia con l'aspirapolvere

Tenete pulito il vostro tappeto passandoci l’aspirapolvere regolarmente. Prestate sempre molta attenzione alle frange ed evitate di aspirarle: la frangia è un'estensione dei fili dell’ordito e, se questi vengono aspirati, sussiste il rischio che possano dipanarsi e danneggiare il tappeto.

Si consiglia di aspirare il tappeto una volta alla settimana, non più di due volte se il tappeto si trova in una zona di continuo passaggio o se ritenuto necessario. Lo sporco e la sabbia che non vengono aspirati funzioneno come carta vetrata: rimanendo incastrati nel vello dei tappeti e dirigendosi lentamente verso l’ordito, inizieranno a grattare e usurare i nodi. 

Quando passate l'aspirapolvere, assicuratevi di aspirare sempre nella direzione del vello. Se non siete sicuri, accarezzate con cura il tappeto passandovi sopra la mano, quasi come se accarezzaste un gatto o un cane. Se sembra liscio e segue le fibre, quella sarà la direzione giusta. Se sentite resistenza, state invece andando contro la direzione del vello.

 

Perdite di vello

Quando riceverete il vostro tappeto, potreste notare che perderà inizialmente il vello. Potete stare certi che ciò non significhi che avete riceuto un tappeto difettoso o di qualità inferiore. La lanugine che vedrete è in realtà l'eccesso di fibre di lana che sono state catturate e intrappolate nel vello del tappeto durante la sua produzione, nel momento in cui il pelo è stato tagliato in altezza. Queste fibre cercheranno di fuoriuscire dal vello del tappeto: è un processo naturale e, con un po' di pazienza e di aspirapolvere, noterete che cesserà gradualmente. Se desiderate accelerarlo, potrete aspirare il tappeto un po' più spesso, sempre nella direzione del pelo, ma assicurandovi di non aspirare eccessivamente, in quanto ciò causerà solo un'usura non necessaria del tappeto.

 

Pulizia

Se pulirete e vi prenderete cura del vostro tappeto tessuto a mano regolarmente, non avrà bisogno di pulizie extra per molto tempo.

Nel caso in cui il vostro tappeto inizi a sembrare sporco, sarà forse meglio farlo pulire in maniera professionale; in media, vi suggeriamo di farlo ogni 3-5 anni, a seconda dell'aspetto.

Assicuratevi di contattare sempre un professionista qualificato ed esperto specializzato nella pulizia di tappeti tessuti a mano.

 

Macchie

La regola numero uno è agire rapidamente. Se si lascia asciugare una macchia, sussiste sempre la possibilità che il danno non possa più essere riparato completamente.

Raccogliete con cura le sostanze solide con un cucchiaio e asciugate i liquidi immediatamente dopo averli versati. Assorbite più liquido possibile con un panno bianco bagnato o un tovagliolo di carta e una piccola quantità di sapone neutro. Non utilizzate prodotti chimici o detergenti su tappeti tessuti a mano. I detergenti contengono solitamente tensioattivi aggressivi che possono intaccare le fibre della lana e il colore; potrebbero anche rimuovere il grasso dalle fibre della lana ed eliminare così il rivestimento protettivo naturale del tappeto.

Pulite il tappeto con cura, senza strofinare la zona interessata, altrimenti potreste far penetrare più a fondo la macchia nel tappeto e rischiare di rovinarne le fibre, oppure di lasciare che la perdita penetri nel tappeto fino a toccare il pavimento.

Iniziate sempre dall'esterno della macchia e procedete verso l'interno, tamponando con dell'acqua tiepida e con un panno asciutto.

Se la macchia persiste, contattate un esperto in pulitura di tappeti professionale per un consiglio e non provate mai uno smacchiatore che non sia specificamente adatto per tappeti tessuti a mano e per i materiali propri del tappeto (lana, seta e/o cotone).

Per consigli più specifici sui diversi tipi di macchie, continua a leggere.

 

 

Copyright © 2020 Carpet Avenue GmbH. All rights reserved.